HOME   CONTTATO   MAPPA DEL SITO
Fundación García MorenteArzobispado de MadridPontificio Consejo Para las Comunicaciones Sociales


SALUTO DI S.E. MONS. JOHN P. FOLEY, PRESIDENTE DEL PONTIFICIO CONSIGLIO DELLE COMUNICAZIONI SOCIALI, SECONDA RIUNIONE DEL COMITATO ORGANIZZATIVO PER IL CONGRESSO MONDIALE DELLE TELEVISIONI CATTOLICHE PALAZZO SAN CARLO, VATICANO, 20 GENNAIO 2006


Miei cari fratelli e sorelle in Cristo:

Grazie pera ver accettato di aiutarci a programmare il Congreso Mondiale di Televisioni Cattoliche.

Come avrete notato, uno dei problemi nel mondo è che ci sono – grazie a Dio – molte iniziative di televisioni cattoliche, ma spesso non ci sono risorse sufficienti per la programmazione, non ci sono i mezzi economici o il personale specializzato per mantenerle in attività.

Tra i fattori che sembrano trascurati ci sono la coordinazione e la cooperazione.

Per la natura della nostra responsabilità universale, in quanto Pontificio Consiglio delle Comunicazioni Sociali, abbiamo pensato che sarebbe una buona idea rispondere alle richieste che arrivano da tutto il mondo di creare un forum per progettare ed anche aiutare a mettere in atto tale coordinazione e cooperazione.

Purtroppo, se i nostri sforzi sono scadenti e poco professionali, quello in cui siamo convinti può sembrare di poco valore e, paradossalmente, facciamo fare a Dio una brutta figura!

La mia filosofia è che niente meno del meglio sia degno di essere offerto a Dio.

Questo non significa che riusciamo sempre raggiungere la migliore qualità; significa piuttosto che dobbiamo sempre mirare ad essa.

Non esiste un altro settore come quello televisivo in cui c’è più bisogno di una rete – rete affinché la programazzione comune venga offerta a tutto il mondo, rete affinché la formazione professionale sia proposta su base internazionale, rete affinché le idee ed i programmi vengano condivisi.

Cinquanta anni fa, quando ero studente universitario, uno dei corsi di religione da cui ho tratto più profitto è statu lo Studio dell’enciclica di Papa Pio XII “Mystici Corporis”.

Siamo tutti membra dell’unico corpo di Cristo e ogni cosa buona che facciamo aiuta l’intero corpo di Cristo, aiuta l’intera Chiesa; ogni azione spiacevole o mediocre che compiamo può danneggiare l’intero corpo di Cristo, l’intera Chiesa.

È importante dunque che tutte le membra del corpo, del Corpo Mistico, lavorino insieme sotto una sola testa, Gesù Cristo, e anche sotto il Suo Vicario, il successore di San Pietro, capo visibile della Chiesa, il nostro Santo Padre.

Spero dunque che il nostro progetto ed il nostro eventuale congresso possano essere di aiuto alla televisione cattolica, affinchè diventi un sistema nervoso per la Chiesa, un sistema capace di contribuire ad informare, a dare energia e a muovere il Corpo di Cristo che è la Chiesa, in una perfetta unità, per proseguire il lavoro di evangelizzazione, proclamando Gesù, la via, la verità e la vita.

Grazie ancora per quello che state facendo e per quello che farete.


1
2 3 4 5 6 7 8
9 10 11 12 13 14 15
16 17 18 19 20 21 22
23 24 25 26 27 28 29
30 31
Realizado por el Departamento de Internet del Arzobispado de Madrid © 2006. - Webmaster